-17: ehi, ma quante cose può fare un essere umano prima di…

…prima di morire? Prima di tirare le cuoia sante? Prima di impazzire? Prima di dar di matto del tutto? Prima di vedersi arrivare a casa la neuro? Prima di perdere pezzi? Prima di andare in pezzi? Ve lo dico io…prima di tutto questo e altro, quanto ci vuole? Semplice: il MA-TRI-MO-NIO. O meglio, tutto quel che ne concerne. Che uno dice “bé, oh, siamo alla fine, mancan due settimane, relax, o no?” See, credici…ma credici davvero. Sto sudando sangue, e no, non è un bello spettacolo. Solo oggi, nell’arco delle ultime tre ore, ho fatto più telefonate, mandato più mail e fatto più cose di quante non ne abbia fatte in tutta la mia radicalmente misera esistenza. Mi son persino spuntate due braccia aggiuntive e ci sono dei tizi col turbante che dalla finestra mi guardano e urlano: Kalì, kalì. Vabbé.

C’era un tempo la Cosa e c’era un tempo una sua famosa frase “è tempo di distruzione” ed io mi sento molto vicino a lui, nel senso che in un mondo di metafore infami lui è il matrimonio ed io sono l’oggetto del suo inesauribile bisogno di fare a pezzi qualunque cosa. Perchè, amici miei, popolino mio amato, sono un vero catorcio ambulante…anzi, a momenti non deambulo nemmeno più. Le forze vengono a mancare e hai voglia ad imbottirti di ricostituenti vitamine e cialtronerie simili. Il Matrimonio, temo, avrà la meglio.

Sì perchè ora esso è una presenza tangibile, un essere sinceramente mostruoso, che ha preso vita, una vita propria con leggi che se ne fregano di noi, di me e chiara, ma anche di voi timidi genuflessi invitati. Qua il Matrimonio è come una presenza ostile, che ti guarda con due occhi che farebbero paura a Dario Argento e pure a Rob Zombie. No, per dire.

Stamane me lo son trovato lì, seduto ai piedi del letto, che mi guardava, ghignandosela. ha alzato una mano e m’ha detto “tirati su, capra, che oggi ti faccio ragliare“. E lascia stare la profonda ignoranza zoologica del suddetto, perchè  ho capito che diceva sul serio: sto qua ti fa ragliare davvero una capra. Ogni tanto mi volto ed è lì, fisso, gobbo, furbetto.

sì, ci assomiglia…

Capite quanto sia difficile per me? E quanto lo sia per Chiara. Alzarsi la mattina e trovartelo in bagno, alla macchinetta del caffè, mentre scrivi questo post. Ti guarda e ti dice “raglia” e tu cerchi di resistere.

Ma tanto sai che a fine giornata una bella ragliata gliela farai…

Ci son forze che, lascia perdere, ti portano via…

Quindi, quante cose può fare un essere umano prima di sposarsi? Deve farne tante, ma tante, ma così tante che gli bastano per forza. Ecco perchè le coppie di sfaldano, perchè non si fanno in quattro per preparare il matrimonio, perchè pagano il wedding planner e ciao, col cazzo che mi stresso. Il nostro wedding planner era questo…

…che conoscendolo che vuoi farci, chissà che ci combinava…per cui i casini abbiamo deciso di crearceli da soli. E vi dirò, siamo dei Grandi!

A presto, popolo in fiore, popolo in festa, popolo in amore!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...