STRIP-O-MA CHI TE LO FA FARE #26 – ovvero chi non s’alza pirla è!

avvertenza: questo post contiene un incredibile rimedio alla Vostra personale quotidiana miseria. Se siete deboli di cuore, troppo depressi o con una infiammazione al colon, forse è meglio che non proviate questo rimedio, che tra l’altro dicono sia utile oltre che per l’io anche per la diuresi. Quindi, nel caso non funzioni per la vostra autostima, almeno ci guadagnate in deviscificazione. Fine avvertenza e niente commenti sagaci…

Tutti in piedi! Forza, su! In piedi! Così, non siate timidi. Dove siete? Al lavoro? bene, allora alzatevi dal vostro loculo un metro e mezzo per un metro e mezzo di plastica e delirio e guardatevi attorno con aria soddisfatta. E’ giunto il momento della vostra inevitabile rivincita morale! Ragazzi, è il momento di risorgere, di spezzare le catene che vi tengono legati a luoghi di lavoro insoddisfacenti, a rapporti scadenti, ad amicizie di comodo, a oggetti dei quali, diavolo, la maggior parte delle volte nemmeno conoscete l’utilizzo! Alzatevi, guardatevi attorno e ditelo a voce alta, urlatelo a squarciagola, fatevi sentire da tutto il mondo cazzo caspita! Urlatelo e vi sentirete meglio, gridatelo a tutto e a tutti, al vicino di loculo in ufficio, al collega di scrivania, al collega camerata in magazzino, a chiunque ora in questo istante vi sia vicino. Alzatevi e urlatelo a tutti. Non è difficile. Fatelo. Forza. Anche tu, sì tu che dici “ma la mia vita va a gonfie vele tutto ok sono felice” e banali falsità del genere. Anche tu, tu che pieghi le labbra verso il basso dicendo “ma io ho solo il colon leggermente infiammato, niente di che, una pipetta e tutto passa”. Mentite a voi stessi, vi state prendendo in giro, lo sapete bene. Perchè il tuo colon è irritato? Ah, perchè usi troppo le pipette? Vabbè, tu non vali, stai seduto tranquillo. No, non sederti sulla pipetta però, che fa brutto. Comunque, non mi distraete, dovete ammetterlo a voi stessi. Vi sentirete meglio, vi sentirete più veri, più umani, più reali. Diverrete decisamente un punto di riferimento per tutti, per tutti gli altri, per tutti coloro che riconosceranno in questo vostro gesto un segno di presenza nel mondo. Quindi, respirate, alzatevi lentamente, come se niente fosse, così, da bravi. Lo vedete quello alla vostra sinistra? Vi sta chiedendo cosa state facendo? Povero uomo. Povero stolto. Sorridetegli beffardi e passategli una pipetta. Ecco. Prendete fiato. Inspirate profondamente e tenetevi pronti a far eruttare il vostro io. Ecco. Pronti a urlare…adesso ditelo a tutto l’universo che in questo istante è immobile in attesa, ditelo a caratteri cubitali:

IO SONO UN INCOMMENSURABILE PIRLA!

Dio che tutto vedi ma ti guardi bene dal darci una mano, forse perchè sei impegnato a giocare a tresette con Pietro, non vi sentite davvero, ma davvero meglio? Dai, allora rifacciamolo, su, urlate ancora

IO SONO UN GIGANTESCO IMMENSO INESAURIBILE PIRLA!!!

Ecco, ci avete messo anche i tre punti esclamativi? Magnifico. E se proprio ve la sentite addosso, date il colpo di grazia a quegli scafandri flaccidi e vuoti che vi stanno intorno, e segateli con un ultimo colpo feroce. Urlate verso di loro il vostro colpo di grazia:

PIRLA!

Bon. Adesso sedetevi e statevene zitti, placate il vostro senso di onnipotenza e ricordatevi che siete delle merdacce personcine a modo. A posto? A posto, cioè tornate a fare quello che stavate facendo, che adesso vi posto l’ultima strip-o ma ne sentivate la mancanza vero? Una tavola il cui titolo dovrebbe suonare circa “c’era una volta Steve McQueen che evadeva da un campo di concentramento e vi dirò la sua era una stracazzo di passeggiata!” ma suona un pochino lunghetto e quindi lo intitolo “ah no!” (no, non ho detto ano, ehi, metti via la pipetta, pervertito!), “Ah no! Ah no, Ahia!”.

Va bene va, anche oggi sufficiente dose di cagate idee furbe e coinvolgenti. Cosa mi resta da dire? Ah, popolino amoroso, guardati le spalle, che c’è il tipo con le pipette che si aggira. Non si sa mai, di questi tempi…

Ahno?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...